Mirtha Dermisache

Buenos Aires, Argentina, 1940, 2012

"Ho iniziato a scrivere e il risultato è stato qualcosa di illeggibile. Di fatto l’illeggibilità è un aspetto fondamentale delle mie opere. Col senno di poi devo ammettere che tutte le mie opere creano una tensione tra i format comunicativi che offrono un quadro stabile, e il gesto di realizzazione della scrittura che offre la dimensione instabile. Forse si può dire che per me la liberazione del segno avviene all’interno della cultura e della storia, e non ai margini. In questo senso il mio è un lavoro attuale. A livello grafico, ogni volta che inizio a scrivere, sviluppo un’idea formale in grado di trasformarsi nell’idea del tempo. Il mio lavoro è caratterizzato dal movimento. Non esistono delle forme chiuse.

Il mio lavoro non nasconde segreti. Sviluppo una forma fino al suo punto di massima evoluzione. Non si troverà nessun titolo in cui si faccia riferimento a un sentimento o a una dimensione psicologica. I titoli si limitano a identificare il formato, vale a dire il modo di organizzare le scritture sullo spazio del foglio ed eventualmente l’ordine di uscita in un determinato anno di produzione."

 

Mirtha Dermisache, Settembre 2011

Mostre in Galleria

Opere Disponibili

+
Mirtha Dermisache, Texto, 1970, China su carta, 28x23 cm
+
Mirtha Dermisache, Texto , 1970, China su carta, 28x23 cm
+
Mirtha Dermisache, Newsletter, 1999, China su carta , 35×27,5 cm
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Ok, chiudi